Sei in: Home >> Luoghi d'interesse >> Zone archeologiche in Molfetta
Versione Italiana English Version

Zone archeologiche in Molfetta

Totale risultati: 2
Molfetta

Pulo

Pulo - Molfetta

Clicca sull'immagine per la versione ingradita

Grande sprofondamento di origine carsica localizzato a non più di due chilometri dal centro urbano di Molfetta; si differenzia dagli altri per essere una dolina a pozzo a causa delle pareti strapiombanti su  tutto il contorno, e di crollo, in relazione al fatto di essersi originata dal collasso o della volta di una unica grande grotta sotterranea  o, come più probabile, di più cunicoli e cavità facenti parte di più pozzi carsici contigui (detti polje), con crolli che si sono succeduti scaglionandosi nel tempo.

Le pareti del Pulo sono costellate da numerose grotte, che si sviluppano anche su più livelli (fino a quattro come nella "grotta del Pilastro"), e cunicoli spesso intercomunicanti che denotano l'intensa attività carsica di cui sono state protagoniste


Torre Calderina & Torre della Cera

Torre Calderina & Torre della Cera - Molfetta

Clicca sull'immagine per la versione ingradita

Verso Bisceglie ed in prossimità del confine con il suo territorio molfettese, si erge a picco sul mare (su uno spuntone di costa rocciosa, oggi in erosione) l'unica torre di avvistamento chiamata, sin dal 1569, Torre Calderina o Torre del Porto di San Giacomo Torre costiera del XVI secolo, particolarmente importante in quanto posizionata in un luogo strategico poiché da essa era possibile il collegamento visivo con il Castel del Monte e quindi comunicare per tempo anche agli abitati non rivieraschi più interni (verso Andria e oltre ancora, sino all'altopiano murgiano) il sopraggiungere di eventuali incursioni dal mare. Faceva parte del complesso sistema di torri di avvistamento del Regno di Napoli. La sua posizione permetteva la difesa del porto di San Giacomo, approdo medievale di Molfetta. Oggi, questa torre si trova al centro dell'omonima area protetta, proposta come SIC (cioè Sito di Importanza Comunitaria) dalla Unione Europea.

 Sulla SS. 16 è collocata la struttura conosciuta con il nome di Torre della Cera, realizzata nel 1770 per conto del nobile Pietro Gadaleta alias "della Cera" (nonno materno di Pietro Colletti, poi Colletta).
 


Totale risultati: 2