Sei in: Home >> Luoghi d'interesse >> Monumenti in Bari
Versione Italiana English Version

Monumenti in Bari

Totale risultati: 8
Bari

Arco Angioino

Arco Angioino - Bari

Clicca sull'immagine per la versione ingradita

Costeggiando un muro di recinzione di via delle Crociate, si  troverà di fronte un arco fatto aprire dal Re Carlo d'Angiò e perciò detto Angioino; su di esso e' possibile vedere l'immagine di San Nicola.

È uno degli ingressi della Cittadella Nicolaiana infatti, alcuni secoli fa, chi oltrepassava l'arco, si poneva sotto la protezione del Santo e godeva d'immunità rispetto all'Autorità sia religiosa che civile.


  • Indirizzo Via delle Crociate - Bari

Arco Basso e Arco Alto

Arco Basso e Arco Alto - Bari

Clicca sull'immagine per la versione ingradita

Uscendo dal castello, di fronte, troviamo un susseguirsi di case comuni tra le quali spiccano l'arco basso e l'arco alto denominati così per il confronto tra di loro (uno alto,  l'altro basso).


  • Indirizzo Piazza Federico II di Svevia - Bari

Arco della Neve

Arco della Neve - Bari

Clicca sull'immagine per la versione ingradita

L'arco della neve così chiamato perchè anticamente si raccoglieva la neve ed il ghiaccio che poi veniva venduto. Possiamo anche ammirare un'edicola dell'800.


  • Indirizzo Piazza dell'Odegitria - Bari

Arco Meraviglia

Arco Meraviglia - Bari

Clicca sull'immagine per la versione ingradita

Il suo  nome deriva dalla famiglia milanese Maraviglia,trasferitasi a Bari. Agli inizi del 1500 fu costruito un arco per unire  due belle abitazioni medievali contrapposte, mentre la tradizione popolare racconta, invece, che fu costruito in una notte dai genitori di un giovane barese, per fare in modo che egli potesse incontrare la fidanzata, dal momento che il loro amore era impedito dalla famiglia di lei.

La leggenda rende questo angolo di Bari vecchia tra i piu' suggestivi!


  • Indirizzo Strada Arco Meraviglia - Bari

Colonna dell'Annunziata

Era un conservatorio femminile fondato verso la fine del ‘500. Oggi nulla rimane tranne un alto campanile eretto sul basamento di una casa torre medioevale.


  • Indirizzo Via Venezia - Bari

Colonna della Giustizia

Colonna della Giustizia - Bari

Clicca sull'immagine per la versione ingradita

È costituita da una colonna di marmo bianco sormontata da una sfera e da un leone di pietra, di proporzioni naturali, che sta accovacciato alla base e porta sul petto un collare con l'iscrizione incisa "Custos Iusticiae"  "Custode della giustizia".  Si narra che a questa colonna venivano legati i debitori insolventi.


  • Indirizzo Piazza Mercantile - Bari

Fontana della Pigna

Fontana della Pigna - Bari

Clicca sull'immagine per la versione ingradita

Tra Via degli Orefici e Via Palazzo di Città troviamo una fontana dalle antiche linee barocche detta Fontana della Pigna.


  • Indirizzo Via degli Orefici - Bari

Fortino Sant'Antonio Abate

Fortino Sant'Antonio Abate - Bari

Clicca sull'immagine per la versione ingradita

Il fortino di S. Antonio Abate è uno dei baluardi posti nelle mura a difesa della città.
Era stato costruito dal principe di Taranto Giovanni Antonio del Balzo nel 1440 circa su una torre innalzata 100 anni prima da Roberto d'Angiò, per proteggere la città dai pirati. Alla morte dei principe, i baresi, che mal sopportavano il suo dominio, lo distrussero.
Nel 1501 il fortino fu restaurato da Isabella d'Aragona che volle rinforzare, oltre le mura, tutto il sistema difensivo della città. Era da poco avvenuto l'assedio di Otranto ed i turchi minacciavano le citta' che si affacciavano sulla costa. Isabella fece costruire delle scale sotterranee per fuggire in situazioni di pericolo. Gli archi di uscita si possono ancora notare sulla base della fortezza, sotto il fortino si trova anche l'ultima porta rimasta delle mura che conduceva al porto. Su di essa si vede uno stemma probabilmente del Principe Giovanni Antonio del Balzo, molto corroso dall'azione del vento e dell'acqua o forse distrutto dall'ira dei baresi. È questa la porta del mare attraverso la quale entravano i mercanti e i pellegrini giunti nel porto.
Di qui passavano i carri colmi di merce che, scaricata dalle navi, veniva trasportata nel vicino mercato. Infatti, provando ad entrare, si potranno notare i fori dove penetravano le grandi travi che serravano i portoni e i grossi cardini di pietra. In alto si notano anche le fessure da cui erano calate le saracinesche che sbarravano l'entrata in  caso di assedio.
Anche se era cosi difficile poter entrare nella città, Bari ha subito tanti assedi! L'ingresso profondo e buio lascia intravedere gli accessi alle stanze delle guardie. I recenti lavori hanno portato alla luce i resti di una torre e parte di una chiesa bizantina risalente al IX e X secolo. Sotto il fortino si trova una cappella.


  • Indirizzo Lungomare Imperatore Augusto - Bari
Totale risultati: 8